TERRITORIO MARCHIGIANO

ANCONA

Collegata con una agevole sede viaria, mediamente una superstrada lunga 60 Km circa, si raggiunge la città di Ancona, capoluogo regionale. Le sue origini risalgono ad età preistorica. All'inizio del sec. IV a.C. venne colonizzata dai Dori siracusani, al tempo di Dionigi V. Dopo la battaglia del Sentino (286 a.C.) vi fu stabilita una colonia di veterani durante il secolo Triunvirato. La vita di Ancona è legata fin dall'antichità al suo porto. Nell'839 fu distrutta dai Saraceni. Risorta lentamente dalle rovine, verso la fine del secolo XI si organizzò in libero Comune, sviluppando il traffico con le città dell'altra sponda, in particolare con Costantinopoli e altri centri dell'Oriente bizantino. Nel 1348 fu presa per tradimento dai Malatesta, quindi fece atto di sottomissione al Legato pontificio, card. Egidio Albornoz. Nel 1532 Clemente VII fece occupare militarmente la città, ponendo termine così alla repubblica marinara di Ancona.

Nell'anno 1732, Clemente XII concesse il portofranco e fece costruire dal Vanvitelli un grandioso Lazzaretto e allungare il molo. Durante il Risorgimento fu il centro e l'anima di tutti i movimenti patriottici marchigiani. Fu patria di C.Pizzecolli (1391) archeologo, G.Benincasa (1410) cartografo e navigatore, Benvenuto Stracca (1509) giurista e fondatore del diritto commerciale.

Da visitare: il Museo diocesano - il Museo Nazionale della Marche - la Pinacoteca comunale.
Escursioni: S.Maria di Portonovo - Torre di Portonovo.

Web: www.comune.ancona.it
Telefono: 071 2221
E-mail: info@comune.ancona.it

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429