TERRITORIO MARCHIGIANO

JESI

In 30 Km di superstrada si arriva a Jesi, l'antica "Aesis" (dal fiume Esino), probabilmente fondata dagli Umbri, importante colonia romana dal 247 a.C. Nel 409 fu conquistata e distrutta, prima dai Goti e successivamente dai Longobardi. Nel 756 risorse e fu compresa nella donazione di Pipino alla Chiesa. Nel sec. XI si costituì in Comune ed ebbe vita florida; sotto gli Svevi (nel 1194 vi nacque Federico II) sostenne quasi ininterrottamente la parte ghibellina sino a Manfredi. Nel 1305 passò alla Chiesa.

Nel sec. XI si costituì in Comune ed ebbe vita florida; sotto gli Svesi (nel 1194 vi nacque Federico II) sostenne quasi ininterrottamente la parte ghibellina sino a Manfredi. Nel 1305 passò alla Chiesa. Nel 1328 la città ritornò nuovamente alla parte imperiale e si alleò con Osimo per combattere e sconfiggere Ancona. Nel 1477 tornò al Papa ed ebbe di nuovo una vittoriosa lotta contro Ancona. Fu una delle prime città d'Italia a introdurre l'arte tipografica. Nel 1472 Federico de Conti da Verona vi stampava la Divina Commedia. Diede i natali all'umanista Angelo Colucci (1467), a Lucagnolo di Ciccolino (fine sec. XV) cesellatore, al celebre musicista G.B. Pergolesi (1710) autore della "Serva padrona" e dello "Stabat mater". Da visitare: Pinacoteca - Museo archeologico e statutario.

Web: www.comune.jesi.an.it
Telefono: 071 66291
E-mail:staff@aesinet.it

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429