TERRITORIO MARCHIGIANO

RECANATI

Vive nel culto di un eccelso poeta come Giacomo Leopardi, e nel ricordo, meno remoto e forse più intimamente affettuoso, del tenore Beniamino Gigli. Recanati ha avuto momenti di storia importante nell'Alto Medioevo e nei secoli successivi: il Comune sorse nel XII secolo per necessità di difendere gli abitanti dalle scorrerie degli Osimani. Fu Federico II a conferire alla città il diritto di costruire un porto (l'attuale Porto Recanati). Conobbe le lotte tra Guelfi e Ghibellini. Unita la sede episcopale a quella di Loreto, nel 1952, l'importanza del centro scemò rapidamente. Piazza Leopardi reca al centro il monumento al grande Giacomo, eretto nel centenario della sua nascita (1898) dal Panichi. La Torre del Borgo è sulla sinistra: risale al XII secolo, è discretamente conservata e reca in cima merli ghibellini. Di bell'effetto scenografico il largo, imponente Palazzo Comunale al cui piano superiore è visibile la Pinacoteca, fondata sempre nel 1898 e ricca di pezzi eccezionali.

Sulla piazza sorge anche la Chiesa di San Domenico, romanica e costruita nel 300. L'intenditore di cose d'arte non potrà trascurare di visitare il Museo Diocesano. Naturalmente una visita a Palazzo Leopardi al n. 5 di Via Antici, più che un evento culturale, costituisce un percorso dello spirito. Da segnalare la presenza del noto Centro di studi leopardiani accanto al Palazzo della famiglia: esso è fornito di una biblioteca e possiede, in microfilm o copia, tutti i manoscritti del grande recanatese.

Telefono: 071 75871

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429