GENGA

PONTE ROMANO

San Vittore delle Chiuse, che il fiume Sentino separe in due parti, è collegata insieme da un ponte romano, dell'età augustea, sul quale sorge una torre, edificata con conci litici e descritta come classica torre, edificata con conci litici e descritta come classica torre - testa di ponte. Non è da escludere che questa torre integrasse, quale difesa periferica, il sistema fortificato di Pierosara. E' provvista di un passaggio che, verso il monastero, presenta un arco a sesto acuto, mentre dall'altro lato è a tutto sesto. La torre è verosimilmente cimata di un terzo rispetto alla attuale altezza ed è provvista di ingresso dislocato al di sopra dell'arco a tutto sesto.

L'accesso alla torre era a dislivello di alcuni metri rispetto al piano di campagna. A probabile delimitazione del piano di ingresso, rispetto al piano superiore, sta un cordone anch'esso in pietra. La pusterola è sormontata da un architrave, anziché essere ad arco come nella torre di Castelpetroso. La datazione di questo fortilizio può essere fatta risalire al XIII sec. Queste costruzioni monumentali, riassunte tutte sul luogo insieme al vicino tempio romanico, sono davvero tante sino al punto da ridurre "l'arte in panorama".

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429