LA RICERCA SCIENTIFICA

Introduzione

Galdenzi S1, Forti P.2 e Menichetti M.1

  • 1. Istituto Italiano di Speleologia – sede di Frasassi
    Comitato Tecnico Scientifico del Consorzio Frasassi
  • 2. Istituto Italiano di Speleologia – sede di Bologna

Le dorsali calcaree rappresentano nella regione appenninica le più importanti riserve di acqua per uso potabile, e le sorgenti presenti ai piedi di queste strutture costituiscono oggi le principali fonti di approvvigionamento idrico. Le buone qualità delle acque, la loro provenienza da zone di infiltrazione meno interessate da attività umane suscettibili di causare fenomeni di inquinamento, hanno nel tempo accresciuto l’importanza degli acquiferi carbonatici nell’alimentazione degli acquedotti. La conoscenza dei meccanismi di drenaggio, l'individuazione e la delimitazione delle zone di alimentazione divengono così di primaria importanza per la salvaguardia di queste disponibilità idriche e per il loro mantenimento anche nel futuro.

All'interno della dorsale calcarea di Frasassi si sviluppa un sistema carsico tra i più interessanti d’Italia, sia in virtù delle particolari caratteristiche morfologiche ed ecologiche, sia per la presenza di una delle più belle e frequentate grotte turistiche d’Italia. Numerose grotte, con uno sviluppo complessivo di oltre 25 Km, si aprono nella fascia altitudinale compresa tra i 200 m (al livello del fiume) ed i 500 m, sui ripidi versanti della Gola di Frasassi. Le parti inferiori del sistema carsico sono interessate da un acquifero sulfureo che non ha alcuna importanza dal punto di vista idropotabile, ma le cui acque sono ugualmente impiegate per usi termali a San Vittore di Genga.

La disponibilità di strumentazioni elettroniche installate sia per il monitoraggio ambientale della grotta turistica, sia per ricerche specifiche condotte sulla speleogenesi, consente tuttavia di ottenere una serie di dati e di informazioni sul regime idrologico, con un dettaglio spesso non raggiungibile in altri acquiferi carsici. La conoscenza più precisa delle caratteristiche idrodinamiche del sistema carsico sotterraneo è fondamentale per la prevenzione di eventuali fenomeni inquinanti, che potrebbero danneggiare l'ecosistema sotterraneo e compromettere l'utilizzo termale delle acque sulfuree. Alcune di queste informazioni, seppur desunte da una situazione particolare come quella di Frasassi, hanno inoltre un interesse generale e possono essere estrapolate, con le opportune cautele o correzioni, per la conoscenza della circolazione idrica in altre strutture calcaree dell’Appennino Umbro Marchigiano.

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429