La formazione

Condotte di sfogo sub-orizzontali

Hanno una pendenza media di tre gradi e presentano sui lati profonde incisioni che, oltre ad indicare la quantità di acqua che le attraversava, rivelano la capacità solvente dell'acqua sul Calcare massiccio. L'acqua sulfurea, risalendo dal profondo attraverso le fratture, penetrava nelle paleosale e, tramite le condotte sub-orizzontali, si raccordava e si immetteva nella idrografia esterna. Anche oggi accade il medesimo fenomeno in quanto l'acqua sulfurea, tracimando dai laghetti interni al complesso carsico, si immette nel fiume Sentino.

E' sufficiente ricordare, a proposito, i casi della "Grotta sulfurea" e della "Grotta bella", dove l'acqua sulfurea si immette in condotte sub-orizzontali nel fiume Sentino. Queste condotte, oltre a presentare caratteri di originalità, sono importanti perchè permettono il ricambio dell'acqua sulfurea, permettendo una continua reazione senza possibilità di esaurimento.

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429