LA RICERCA SCIENTIFICA

La temperatura dell'acqua

Le uniche misure sistematiche disponibili sono riferite alla temperatura del Lago dell'Orsa nel periodo 1989-1993. Questo bacino del volume di quasi 100 m3 costituisce verosimilmente la falda di fondo del massiccio calcareo e presenta due livelli di acque stratificate: una in superficie con chimismo carbonatico e una più profonda mineralizzata sulfurea, a chimismo clorurato/sodico. Le variazioni della temperatura dell'acqua durante il ciclo stagionale 1992/93 sono comprese tra i 13,0 °C e 13,3 °C circa, con una media relativa di 13,2 °C (Fig. 5). Le oscillazioni dell'ordine del decimo di grado seguono un trend stagionale con uno sfasamento di circa 2 mesi rispetto ai valori estremi della temperatura esterna.

Le variazioni termometriche sono correlate anche con gli input della pioggia, ad apporti diretti od indiretti nella falda che sembra ricevere alimentazione dalle parti più interne del massiccio calcareo come è ben visibile nel ramo sulfureo della Grotta del Fiume. (Menichett & Galdenzi, 1995). Questi dati necessitano comunque di una accurata validazione e verifica in quanto la strumentazione di misura è particolarmente delicata ed in molti casi ha fornito informazioni completamente errate che hanno portato a trarre considerazioni poco attendibili (Dragoni & Verdacchi, 1990).

Le variazioni termiche dei corpi idrici costituiti da piccoli bacini alimentati direttamente dallo stillicidio come i laghetti della Sala Finlandia hanno dato valori di temperatura in equilibrio con quella dell'atmosfera sovrastante. Le misurazioni fino ad oggi eseguite non hanno fornito dati significativi che possano mostrare l'eventuale interferenza del flusso turistico sulle variazioni termiche dei corpi idrici della Grotta.

Scarica l'app iFrasassi

Consorzio Frasassi - Largo Leone XII, n 1 - 60040 Genga (AN) - grotte@frasassi.com - PEC: frasassi@pec.it - P.Iva 00222050429